+39 0473 563107
E-Mail: bsc@pepi.it & Tecnico: tech@pepi.it

FAQ

 

 

Ammortizzatori

1. Il mio ammortizzatore perde aria come posso risolvere il problema ?

Se la perdita deriva dall´usura delle guarnizioni qualsiasi persona con capacitá tecniche puó eseguire la sostituzione delle guarnizioni della parte aria. Le guarnizioni e lubrificanti necessarie per eseguire l´intervento sono in vendita sul nostro On-Line Shop.

2. Ho notato che la mia molla in titanio sfiora lievemente il registro blu della vasca laterale del mio ammortizzatore Fox. Oltre al fattore estetico ci sono contraindicazioni anche per il corretto funzionamento?

In alcune situazioni le molle in titanio con una certa durezza possono sfiorare sia il corpo laterale (vasca registro ruotante) che il corpo principale dell'idraulica. Questo fenomeno non si verifica solo con le molle in titanio ma può verificarsi anche con quelle originali Fox quando lo spessore delle spire della molla supera certi valori limite. Essendo lo spessore del filo delle molle in titanio più grosso di quello in acciaio ci possono essere delle sfregature sia all'interno che all'esterno della molla. Visto che lo spazio previsto dal costruttore per l'inserimento della molla non può essere cambiato o si usa una molla più stretta per evitare lo sfregiamento all'esterno (vasca registro ruotante) oppure si usa una molla più larga per evitare lo sfregamento all'interno (corpo principale dell'idraulica). Dopo anni di esperienza con diversi costruttori di molle BSC ha deciso di optare per la seconda possibilitá, visto che le sfregature all'esterno comportano conseguenze puramente estetiche, mentre le sfregature all'interno (corpo principale dell'idraulica) quasi sempre portano al danneggiamento della filettatura e/o del corpo idraulico nella zona del tappo guida stelo con conseguenti perdite d'olio e costi elevati per la sostituzione delle parti danneggiate.

3. Desidero conoscere il valore ottimale adatto al mio peso della pressione del mio ammortizzatore ad aria.

La scelta della pressione ideale purtroppo non dipende esclusivamente dal peso del biker, ma anche dal tipo di telaio, leveraggio e dallo stile di guida del biker stesso. Dal momento che non conosciamo tutti i telai esistenti, non possiamo fornirLe una risposta sufficiente. Per determinare la pressione giusta per Lei, Le consigliamo di verificare il SAG, l´unica procedura utile per trovare il settaggio perfetto (vedi manuale d´uso). In caso di difficoltà nel metodo SAG Le consigliamo di rivolgersi al Suo negoziante di fiducia o a quello esperto in materia ovviamente portando anche la bicicletta.

4. Desidero conoscere il valore ottimale della molla da montare sul mio ammortizzatore. Il mio peso è di 75kg!

La scelta della molla ideale purtroppo non dipende esclusivamente dal peso del biker, ma anche dal tipo di telaio, leveraggio e dallo stile di guida del biker stesso. Dal momento che non conosciamo tutti i telai esistenti, non possiamo esserLe d'aiuto. Per determinare la durezza della molla giusta per Lei, Le consigliamo di verificare il SAG (vedi manuale d'uso) inquanto le formule matematiche offerte sui vari siti non sono precise come può esserlo il metodo SAG. Proprio per questo motivo la ditta B.S.C. srl non offre una formula matematica sul proprio sito. In caso di difficoltà nell`eseguire l`operazione di ricerca del SAG ottimale Le consigliamo di farsi assistere dal Suo negoziante di fiducia o da uno esperto in materia ovviamente portando anche la bicicletta. Questo discorso vale per tutti gli ammortizzatori a molla.

5. Vorrei conoscere la quantità d`olio da inserire nell\'ammortizzatore RP3!

Su certi modelli di forcelle ammortizzate esistono dei parametri relativi ai quantitativi d´olio, invece per gli ammortizzatori ciò non vale perché la parte idraulica é costruita diversamente. La grande varietà dei sistemi e del tipo, interasse dell´ammortizzatore, corsa dell´ammortizzatore, posizionamento dei singoli componenti relativi alle differenti tarature, ecc. non permettono in nessun caso di conteggiare il volume attivo della parte idraulica. La nostra lunga esperienza ci ha insegnato che per garantire un corretto funzionamento impeccabile non basta riempire la parte idraulica e chiudere il tutto nella speranza di aver tolto gran parte delle bollicine incorporate nel liquido e tra le parti. Ciò é un’illusione poiché é impossibile riempire un ammortizzatore (parliamo dei prodotti da noi gestiti) con il fluido idraulico senza avere come minimo un 10% di aria in forma di bollicine microscopiche incastrate tra le varie parti. Quindi si può dire che qualsiasi minima parte d´aria sotto forma di bollicine o comunque presente in un sistema idraulico talmente sofisticato come quelli attuali vanno a discapito delle prestazioni e provocano un decadimento della qualità dell´olio e conseguente aumento dell´emulsionamento. L´unico modo per inserire (ed é questo perché lo adottiamo noi nonostante é molto elaborioso e più costoso) il fluido idraulico nell'ammortizzatore e chiuderlo con la totale assenza di bollicine tra i microspazi é quello di utilizzare i sistemi sottovuoto. In B.S.C. facciamo uso di 8 macchinari diversi molto sofisticati a secondo del tipo dell´ammortizzatore e fluido idraulico perché anche la scelta del fluido idraulico é più che importante, perché ad esempio un 7WT Fox non é uguale a un 7 WT di un’altra marca e cosi via. Le indicazioni sopra citate possono sembrare esagerate ma non lo sono, sappiamo che ci sono persone che lo fanno per passione e poi ci sono anche certi centri assistenza che continuano a buttare l´olio compreso bollicine d´aria, nel modo classico per risparmiare tempo o perché non sanno come vengono fatti i lavori! Ciò sicuramente permette a chi offre questo tipo di servizio di chiedere qualche Euro in meno rispetto a noi B.S.C, ma se si valuta il risultato finale e la durata del componente dopo l´intervento si può dire che gli Euro pagati in meno sono addirittura troppi.

6. Quale grasso consigliate per il mio ammortizzatore ad aria?

L'argomento lubrificanti è un argomento molto complicato e le possiamo dire che la nostra esperienza e collaborazione con le aziende produttrici dura da 20 anni. Trovare un grasso lubrificante idoneo per gli ammortizzatori ad aria è molto più difficile di quanto si possa pensare. Negli anni 90 quando sono apparse le prime cartucce ad aria Eglund e i primi modelli ad aria Cane Creek, Fox ecc... è stato sviluppato un lubrificante specifico che si chiamava Slick Honey. Lo stesso Slick Honey viene commercializzato anche sotto il nome Slick Kick dalla ditta r.s.p Austria, della quale siamo i distributori ufficali per l'Italia. La composizione chimica di questo grasso eccezionale è unica, gli ingredienti non sono noti. Ci sono state aziende che hanno voluto copiare il prodotto ma non ci sono riuscite perchè non erano neanche in grado di analizzare il prodotto al punto tale da conoscere tutti gli ingredienti. Quindi qualsiasi grasso al di fuori del RSP / Slick Kick non porterà mai i risultati ottimali in senso di fluidità, sensibilità e durata delle guarnizioni. Dopo aver provato tutte le possibili alternative siamo ancora più convinti che il RSP è il miglior grasso, infatti lo usano anche Fox, X-Fusion e DT-Swiss per montare gli ammortizzatori in fabbrica. Acquista direttamente sul nostro Shop! Se il suo ammortizzatore è un Fox ad aria costruito tra il 2000 e il 2016 allora oltre il grasso sopra specificato le consigliamo di cambiare anche le guarnizioni della parte aria originali Fox Seal Kit con quelle della Racingbros Low Friction. Oltre al design del labbro delle guarnizioni a favore del minore attrito il materiale è molto più pregiato, inoltre contiene anche particelle di grafite MOS2, conosciute come lubrificante antiattrito, antiusura, anti-sviluppo calore eccezionale. Acquista direttamente sul nostro Shop!

7. La sospensione posteriore della mia Specialized Stumpjumper Elite non funziona più, ha perso olio dal pomello. L´ammortizzatore è un Fox Triad e vorrei sapere ….Quanto mi costa una revisione? Tempi? Mi conviene revisionarlo oppure è meglio acquistarne uno nuovo?

La problematica del suo ammortizzatore la conosciamo benissimo perché il modello Triad fa parte dei modelli che revisioniamo / ripariamo da quando sono entrati in commercio. Tutti i Triad sono sottoposti in automatico a diverse modifiche / Tuning per eliminare i punti deboli i quali in realtà sono la vera causa della minore durata / fragilitá riscontrata su tali modelli. Il costo della revisione base compreso le modifiche/Tuning specifiche per Triad è di Euro 105,00 + IVA e l`intervento viene eseguito entro 3-4 giorni lavorativi. Se riscontriamo delle parti usurate che normalmente non si usurano tipo boccole occhielli ecc.. il prezzo aumenta pari al costo di tali ricambi. Se il costo dell`intervento dovesse superare il 20% rispetto al prezzo della revisione base dichiarata sul listino (www.bikesuspension.com ) prima di procedere sarà nostra premura inviare un preventivo di spesa dettagliato.

Writing a psychology essay was quite challenging for me because I study and work part-time. The writers right here helped me out when I was desperate with overloads. They created a high-quality writing which impressed my tutor! Thanks!
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Leggi di più